Visite guidate

Programma Tour dei Sotterranei di Roma

In questa pagina e' visualizzato il programma delle prossime 8 visite guidate.

Per prenotare e' necessario essere Soci e ogni Socio puo' prenotare anche per Ospiti.

Per prenotare e' vivamente consigliato prenotare utilizzando I sesterzi per pagare l'acconto. I Sesterzi possono essere ricaricati o dal sito con carta di credito o al tour presso il nostro operatore.

Sabato 04 Marzo 2017
I sotterranei della basilica di S.Martino ai Monti

Uno degli esempi piu' belli ed affascinanti di cio' che possiamo trovare al di sotto di una delle chiese piu' note di Roma è quello del 'Titolo Equizio' (le primordiali basiliche cristiane), che si è conservato nei sotterranei della Basilica di S.Martino ai Monti al Colle Oppio.

Si tratta di un grande ambiente rettangolare in laterizio, suddiviso in tre navate da sei pilastri. E' evidentemente un edificio romano, databile intorno al III sec., facente parte delle vicine terme ed adibito in seguito, probabilmente, a scopi commerciali: un mercato coperto o più probabilmente un magazzino.

Alla fine del III sec. inizi del IV venne utilizzato per il culto cristiano. Un ulteriore più basso livello di sotterranei, ancora mai scavato, mantiene nascoste e inalterate le ricchezze di questo luogo di particolare suggestione e interesse.

Partecipanti Max: 25
Prenotati: 12
Accedi o registrati per prenotare
Sabato 04 Marzo 2017
I Musei Capitolini

I Musei Capitolini sono il principale museo civico comunale di Roma e fanno parte del Sistema dei Musei in comune. Si parla di "musei", al plurale, in quanto alla originaria raccolta di sculture antiche fu aggiunta da Benedetto XIV, nel XVIII secolo, la Pinacoteca, di soggetti prevalentemente romani.
La creazione del museo può essere fatta risalire al 1471, quando Papa Sisto IV donò alla città una collezione di importanti bronzi provenienti dal Laterano (tra i quali la Lupa capitolina), che fece collocare nel cortile del Palazzo dei Conservatori e sulla piazza del Campidoglio: ciò lo rende il più antico museo pubblico al mondo. Oggi con la nuova collocazione dela statua equestre (unica al mondo) del Marco Aurelio, e altre uniche ed importanti opere come il bronzo della lupa capitolina e il palazzo dei conservatori. 

Per i non residenti a Roma, il prezzo del Tour dovrà essere integrato con il costo del biglietto.

Partecipanti Max: 25
Prenotati: 2
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 05 Marzo 2017
Ercolano e Oplontis, le perle partenopee

La città di Ercolano, già gravemente danneggiata dal terremoto del 62, venne poi distrutta dall'eruzione del Vesuvio (79), che la coprì con un'ingentissima massa di fango, cenere ed altri materiali eruttivi trascinati dall'acqua piovana che, penetrando in ogni apertura, si solidificò in uno strato compatto e duro di 15-20 metri.
Queste particolari circostanze hanno portato al seppellimento di Ercolano e alla eccezionale conservazione di materiali altamente deperibili, come i papiri e gli stessi alimenti, sigillati nel fango secco.
Una giornata che ci permetterà di visitare posti eccezionali come la casa dello scheletro, dell'Erma di Bronzo e la casa dell'Alcova.
Il pomeriggio visiteremo gli splendidi scavi di Oplontis, con l'eccezionale villa di Poppea.

La quota comprende - Passaggio in pulman - Guida autorizzata.

La quota non comprende - l'ingresso ai siti archeologici e tutto quanto non specificato nella voce 'La quota comprende'.

Partecipanti Max: 48
Prenotati: 53
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 05 Marzo 2017
Le Terme di Caracalla - Gratis per i Soci

La costruzione delle Terme di Caracalla iniziarono con Settimio Severo, anche se furono inaugurate, probabilmente nel 216 d.C. sotto il regno del figlio, Marco Aurelio Antonino Bassiano detto Caracalla. Vennero realizzate nella parte meridionale della città abbellita e monumentalizzata dai Severi con la via Nova e il Septizodium.
Le terme vissero solo tre secoli, in quanto furono definitivamente abbandonate dopo il 537 d. C., a seguito dell'assedio di Roma ad opera di Vitige, re dei Goti, il quale tagliò gli acquedotti per prendere la città per sete. A quel punto il complesso termale fu abbandonato e divenne il cimitero dei pellegrini ammalatisi durante il viaggio a Roma e ricoverati nel vicino Xenodochium di SS. Nereo e Achilleo: nel XII secolo le terme furono cava di materiali per la decorazione di chiese e palazzi.

La visita per i Soci è gratuita.Gli ospiti pagheranno 6 € come contributo.

Partecipanti Max: 30
Prenotati: 12
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 05 Marzo 2017
Le ville romane sotterranee sotto S.Sebastiano

Per la prima volta dalla scoperta aprono al pubblico due edifici di età romana rinvenuti negli anni 1915-1916 sotto la Basilica di San Sebastiano, tradizionalmente denominati “Villa Grande” e “Villa Piccola” per gli straordinari affreschi conservati.
Della “Villa Grande”, edificio di maggiore estensione, si preservano quasi integri cinque ambienti con interessanti pavimenti a mosaico e ricchi rivestimenti parietali. La sala più ampia dell’edificio è affrescata con un pregevole schema di tipo architettonico, oggetto di un recente intervento di restauro ad opera della Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma.
Il fulcro del sistema decorativo è un paesaggio marittimo dipinto verso la metà del II secolo d.C., in ottimo stato di conservazione.
Nella vicina “Villa Piccola” si può ammirare una magnifica decorazione dipinta in “stile lineare”, con raffinati motivi decorativi racchiusi entro fasce rosse e verdi sul fondo bianco.
Durante il suggestivo percorso di visita sarà possibile osservare la stratificazione dell’intero complesso archeologico, sigillato dalla basilica paleocristiana, che dalle cavità naturali di pozzolana ha conosciuto uno sfruttamento sepolcrale intensivo ed una frequentazione continua, a partire dalla fine della repubblica.

Sito normalmente chiuso al pubblico e accessibile con permesso speciale.

Partecipanti Max: 12
Prenotati: 8
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 05 Marzo 2017
Mini crociera sul Tevere agli scavi di Ostia antica

Un itinerario affascinante alla scoperta del fiume Tevere in un modo inedito ed originale, apprezzandone flora e fauna sorprendentemente ancora incontaminata.
Si procederà visitando gli scavi di Ostia antica, col suo immenso patrimonio archeologico perfettamente conservato.


Programma
Partenza in battello ore 9.30 
Arrivo ad Ostia ore 11.30 circa 
Ore 11.45 visita guidata 
ore 14.45 pranzo al sacco
ore 16.00 circa rientro a Roma (con trenino)

Il biglietto comprende passaggio in barca, colazione  e Guida .
Per i Bambini fini a un Max di 12 Anni il costo del Biglietto e di € 14.00.

Partecipanti Max: 40
Prenotati: 18
Accedi o registrati per prenotare
Martedì 07 Marzo 2017
Angeli e demoni con i sotterranei di piazza Navona

Sulla scia del successo del thriller di Dan Brown, l’itinerario proposto si concentra sulla visita dei luoghi reali citati nel best-seller, dallo scrittore americano a proposito del cammino degli Illuminati. Si tratta dei cosiddetti ''quattro altari della scienza'', che dovevano condurre gli adepti della setta - ai quali si richiedeva di decifrare una complessa simbologia - fino alla 'chiesa dell'illuminazione', cioè Castel Sant'Angelo. E' un percorso nei luoghi della Roma monumentale nella quale andremo a rivedere parti del copione del romanzo, mettendo a confronto la realtà e l'eccezionale fantasia del famoso scrittore.
La visita sarà caratterizzata dalla discesa nei sotterranei di piazza Navona, per visitare gli antichi resti dello stadio di Domiziano, struttura dedicata alle gare di atletica nell'antica Roma.

Partecipanti Max: 40
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Giovedì 09 Marzo 2017
I fantasmi di Roma

Fra storia, leggenda e fantasia, un viaggio tra i fantasmi che popolano la Città Eterna. Presenze occulte, molte delle quali femminili, dalla vita tormentata, che di notte ancora amano frequentare i luoghi che li videro protagonisti in vita, rendendoli ancora più suggestivi e affascinanti. Un percorso
insolito e curioso, da piazza San Pietro al Pantheon, sulle orme dei fantasmi romani.
Partiremo da castel S.Angelo per incontrare i fantasmi di Beatrice Cenci e Mastro Titta, sui luoghi delle esecuzioni capitali, i cui lamenti ancora si levano dalle antiche pietre del Castello.
A piazza Navona, gioiello dell’epoca barocca, è interessata da “strane apparizioni” di Costanza De Cupis, nobildonna romana la cui presenza infesta il palazzo di famiglia sulla piazza.
Al ricordo di Donna Olimpia, potente cognata di Innocenzo X, è invece legato palazzo Pamphilj, sua residenza per anni. Da lì Olimpia regnava come una vera regina, ignorando le maldicenze del popolo romano che la accusava di essere l’amante del papa e la chiamava con disprezzo la Papessa o la Pimpaccia.
Termineremo con il Pantheon, Tempio di tutti gli dei che nacque proprio a seguito di una visione avuta dal prefetto Marco Vipsanio Agrippa prima di guidare l’esercito romano in Persia. In seguito, nel 608, l’imperatore Foca ne fece dono a papa Bonifacio IV. Quando il 13 maggio del 609, il Pantheon venne trasformato nella chiesa di Santa Maria ad Martyres, all’atto della benedizione, alle note del Gloria in excelsis, schiere di diavoli atterriti, che da secoli vi abitavano indisturbati, si sarebbero alzati in volo, per uscire dall’apertura della cupola e non tornare mai più.

Partecipanti Max: 40
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare

Esplorazioni