Visite guidate

Programma Tour dei Sotterranei di Roma

In questa pagina e' visualizzato il programma delle prossime 8 visite guidate.

Per prenotare e' necessario essere Soci e ogni Socio puo' prenotare anche per Ospiti.

Per prenotare e' vivamente consigliato prenotare utilizzando I sesterzi per pagare l'acconto. I Sesterzi possono essere ricaricati o dal sito con carta di credito o al tour presso il nostro operatore.

Venerdì 28 Aprile 2017
I musei vaticani e la cappella Sistina di notte

Visita con Noi i musei Vaticani in Serale.. I Musei Vaticani costituiscono una delle collezioni d' arte e reperti archeologici più famose al mondo. Visitati giornalmente da migliaia di persone, conservano veri e propri tesori, alcuni dei quali (il Torso del Belvedere o il Lacoonte ad esempio) tra o più noti in assoluto. Collezioni molto varie sia per la cronologia, per le culture che abbracciano e per le diverse specie di manufatti che si possono ammirare (arazzi, statue, quadri, vasi, reliquiari, oggetti sacri in oro, argento, avorio), che sono state accumulate sin dalla fondazione della nuova Basilica Petrina in epoca rinascimentale. La visita si snoderà inoltre tra gli antichi appartamenti papali affrescati da Raffaello e la sua scuola per terminare con l' emozionante vista di quelli che sono considerati gli affreschi più belli e famosi: la Cappella Sistina. La visita porrà in particolare, un forte accento sul Giudizio Universale di Michelangelo e sulla conseguente visione escatologica del Cristianesimo.

Nessuna fila Il biglietto di ingresso include un'opzione speciale per cui entreremo saltando la lunga fila che caratterizza la visita al museo.

Partecipanti Max: 30
Prenotati: 2
Accedi o registrati per prenotare
Sabato 29 Aprile 2017
La Moschea di Roma

Progettata dall'architetto italiano Paolo Portoghesi e inaugurata il 21 giugno 1995, la moschea di Roma è l'istituto di culto islamico più grande d'Europa. Nella struttura, fortemente integrata nel verde circostante - da cui emerge, ma senza attriti - colpiscono il miscuglio tra pensiero moderno della struttura e linee curve onnipresenti (la grande sala di preghiera richiama indubbiamente una foresta, con le sue colonne a tre steli), l'uso della luce per creare un clima meditativo, e l'utilizzo di materiali che generano colori tipicamente romani, come il travertino e il cotto rosato. L'apparato decorativo, assai discreto nell'ampiezza dello spazio che lo contiene, è costituito da ceramiche invetriate di colori delicati. Il tema coranico ripetuto è Allah è luce: 17 cupole di piombo, una sterminata schiera di colonne a calice, un'architettura che cerca di ascoltare due civiltà architettoniche, quella occidentale e quella araba, e trovare dove esse si incontrano. Il risultato è la Grande Moschea di Roma, il luogo di culto musulmano più grande d'Europa, in grado di ospitare al suo interno duemila fedeli. Un luogo sintesi di tradizione e modernità, dove l'opus testaceum degli antichi romani si sposa perfettamente con le maioliche ispirate alla celebre Moschea Blu di Istanbul. Nessuna rappresentazione iconica è ammessa; solo raffinate figure geometriche decorano l'interno, dominato da un unico elemento: la luce.

N.B. L'importo richiesto è relativo è a copertura del servizio di guida, assicurazione e gestione tour. Nessun importo è richiesto dal Centro islamico Culturale d'Italia che gestisce la Moschea di Roma.

Partecipanti Max: 35
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 30 Aprile 2017
I sotterranei della chiesa di S. Maria in Cosmedin

La prima chiesa di S.Maria in Cosmedin venne costruita nel VI secolo, sopra l' Ara massima di Ercole<BR>In epoca romanica furono costruiti il campanile e vennero attuati diversi restauri e rifacimenti, compresa la bella pavimentazione del VII secolo.
Nel portico, sulla parete della chiesa, si trova la Bocca della Verità, un bassorilievo famosissimo nel mondo per le leggende ad esso legato, ma in realtà era un tombino della Cloaca Massima, che passa proprio nelle vicinanze. <BR>
Visiteremo, nel sotterraneo della chiesa l'Ara Maxima Herculis, luogo di culto greco semidio che testimoniava della precoce penetrazione di aspetti del culto greco in Roma. L'ara è stata identificata da diversi archeologi con il gigantesco blocco di tufo nel quale è scavata la cripta della chiesa, e vicino ad essa sorgeva un tempio di Ercole, che sopravvisse sino alla fine del XV secolo. Da non perdere.

Partecipanti Max: 25
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 30 Aprile 2017
Le ville romane sotterranee sotto S.Sebastiano

Per la prima volta dalla scoperta aprono al pubblico due edifici di età romana rinvenuti negli anni 1915-1916 sotto la Basilica di San Sebastiano, tradizionalmente denominati “Villa Grande” e “Villa Piccola” per gli straordinari affreschi conservati.
Della “Villa Grande”, edificio di maggiore estensione, si preservano quasi integri cinque ambienti con interessanti pavimenti a mosaico e ricchi rivestimenti parietali. La sala più ampia dell’edificio è affrescata con un pregevole schema di tipo architettonico, oggetto di un recente intervento di restauro ad opera della Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma.
Il fulcro del sistema decorativo è un paesaggio marittimo dipinto verso la metà del II secolo d.C., in ottimo stato di conservazione.
Nella vicina “Villa Piccola” si può ammirare una magnifica decorazione dipinta in “stile lineare”, con raffinati motivi decorativi racchiusi entro fasce rosse e verdi sul fondo bianco.
Durante il suggestivo percorso di visita sarà possibile osservare la stratificazione dell’intero complesso archeologico, sigillato dalla basilica paleocristiana, che dalle cavità naturali di pozzolana ha conosciuto uno sfruttamento sepolcrale intensivo ed una frequentazione continua, a partire dalla fine della repubblica.

Sito normalmente chiuso al pubblico e accessibile con permesso speciale.

Partecipanti Max: 15
Prenotati: 10
Accedi o registrati per prenotare
Lunedì 01 Maggio 2017
La Grotta dell'Arco a Bellegra

Uniche aperte al pubblico nella provincia di Roma, sono oggi facilmente raggiungibili regalando una visita estremamente suggestiva per la ricchezza di stalattiti, stalagmiti, inghiottitoi, camere e per l'osservazione della fauna di grotta, in particolare chirotteri, anfibi e ancora micro e mesofauna tipica di tale strutture. La grotta all'interno custodisce importanti epigrafi preistoriche, realizzate dagli ominidi che la abitavano.
All'esterno si può godere di un'area verde con un caratteristico ponticello che scavalcando il torrente che proviene dalla grotta ci porta all'arco naturale in pietra da cui il sito prende il nome.

Partecipanti Max:
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Mercoledì 03 Maggio 2017
I sotterranei della chiesa di S.Crisogono

I sotterranei di S. Crisogono conservano le vestigia di una delle più antiche chiese (Tituli) sorti nel quartiere di Trastevere e probabilmente a Roma.
La scoperta della basilica paleocristiana avvenne nel 1908 durante una campagna di scavi per conto del Ministero di Belle Arti, sebbene fosse già nota l'esistenza di resti antichi sotto il livello moderno.
Si tratta di una basilica paleocristiana ad un'unica navata dotata di portico che si distingue dagli altri esempi romani per la presenza, ai lati dell'abside, di due ambienti con funzione di battistero e secretarium. Tre arcate laterali costituivano l'entrata, mentre il lato di fondo era chiuso dalla facciata di una domus romana di III secolo, ancora in parte ben conservata e visitabile. I sotterranei, particolarmente estesi, occupano completamente lo sviluppo planimetrico della basilica superiore.

Partecipanti Max: 25
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Sabato 06 Maggio 2017
Il Convento di Trinit� dei Monti

Il convento annesso alla chiesa di Trinità dei Monti venne costruito nel 1530 e terminato nel 1570 ed è nuovamente visitabile. Tra il XVI e il XVII secolo il convento visse il periodo di massimo splendore, divenendo un florido centro di cultura, dove si trattava teologia, botanica, matematica e fisica, rinomato per gli studi scientifici e per la fornitissima biblioteca.§
Attraversando gli ambienti e i giardini del convento, si possono ammirare: il refettorio affrescato da padre Da Pozzo, secondo i canoni dell’illusionismo prospettico, una galleria con una meridiana a rifrazione, la “Stanza delle rovine”, del tardo XVIII secolo, una stupenda cella con affreschi. Assolutamente da non perdere è la Galleria prospettica, affrescata con una splendida anamorfosi, un effetto di illusione ottica per cui una immagine viene proiettata sul piano in modo distorto, tale per cui il soggetto originale sia riconoscibile solamente guardando l'immagine da una precisa posizione.
Un luogo suggestivo ed affascinante, che ci permetterà di tornare indietro nel tempo, in uno dei luoghi di Roma più reconditi.

Partecipanti Max:
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 07 Maggio 2017
Pompei 24 agosto 79 d.C....la fine

Era un'afosa giornata di agosto quando il cielo si iniziò ad incupire a causa dell'enorme nube alzatasi dal Vesuvio. Inizialmente gli abitanti della città non capirono la gravità della situazione, nemmeno quando iniziarono a scendere i primi lapilli dal cielo che, come grossi chicchi di grandine, producevano un suono assordante infrangendosi sui bipedali. Alcuni cercarono rifugio nelle proprie case, altri provarono a tentare un'improbabile fuga per mare, tutti rimasero vittime dell'enorme nube tossica che li abbracciò lentamente. Era il 24 agosto del 79 d.C. Sotterranei di Roma propone una visita eccezionale alla riscoperta della città, con itinerari inediti e aperture speciali straordinarie.

La quota comprende - Passaggio in pulman A/R - Guida autorizzata - Aperture speciali

La quota non comprende - Il biglietto d'ingresso all'area archeologica e tutto quanto non specificato nella voce 'La quota comprende'.

Partecipanti Max: 50
Prenotati: 1
Accedi o registrati per prenotare

Esplorazioni