Bianchi: “Restituito un importantissimo sito archeologico, riapre il Parco dei Tauriani che è un pezzo di storia della Calabria”

Torna a Notizie

Archeologia.

Bianchi: “Restituito un importantissimo sito archeologico, riapre il Parco dei Tauriani che è un pezzo di storia della Calabria”

E’ stato riaperto al pubblico stamani, a Palmi in provincia di Reggio Calabria, il Parco archeologico dei Tauriani. L’area è nuovamente fruibile dopo una serie di lavori di miglioramento e completamento delle strutture. Alla cerimonia di inaugurazione ha partecipato il sottosegretario ai beni e alle attività culturali con delega al Turismo Dorina Bianchi. “Restituito – afferma Bianchi – un altro importantissimo sito archeologico ai calabresi. Si riapre oggi il Parco dei Tauriani che e’ un pezzo di storia della Calabria. Il Mibact ha trovato i fondi per ulteriori lavori di per il recupero degli affreschi della Cripta di San Fantino che e’ collegata al Parco con un nuovo percorso turistico, che e’ anche una delle novita’ dell’inaugurazione di oggi. La Cripta di San Fantino – prosegue il sottosegretario – e’ importante non solo come testimonianza storico artistica ma anche come esempio di integrazione religiosa perche’, insieme alla Cripta di San Nicola di Bari e alla Chiesa di San Marco a Venezia, in essa si puo’ celebrare sia il rito ortodosso che quello cattolico, in quanto luogo della Chiesa unita risalente a prima dello scisma”.

“La Calabria – ha aggiunto Bianchi – possiede un enorme patrimonio archeologico su cui puo’ puntare per un rilancio del turismo e per diversificare l’offerta. I parchi archeologici calabresi, infatti, oltre a essere i piu’ estesi d’Italia, rappresentano una ricchezza straordinaria sia dal punto di vista ambientale che culturale. Sono uno maggiori attrattori turistici all’insegna della sostenibilita’, che unisce la tutela del paesaggio e dell’ambiente alla fruizione turistica e che e’ un asset del nostro Piano strategico”“Oggi, quindi, – ha concluso il sottosegretario – grazie a un utilizzo virtuoso dei fondi Por da parte del Segretariato regionale della Calabria del Mibact, restituiamo anche una grande opportunita’ per valorizzare il turismo e un territorio che unisce insieme in modo unico cultura e bellezze naturali. La Calabria, oltre a essere ricca di giacimenti archeologici, per un insieme di fattori che vanno dal mare alla montagna, dall’enogastronomia ai percorsi religiosi, ha potenzialita’ senza eguali. Puntare sul turismo culturale e sostenibile e’ un la chiave per il rilancio della nostra economia, in Calabria come in tutto il Mezzogiorno”.

  • Pubblicato: Lunedì, 13 Marzo 2017

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Esplorazioni