Archivio Notizie

Pompei e i Greci

Pompei e i Greci

La mostra, curata dal Direttore generale di Pompei Massimo Osanna e da Carlo Rescigno (Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli), è promossa dalla Soprintendenza Pompei con l’organizzazione di Electa.

CAPPELLA DELLA SINDONE. LE FASI FINALI DEL RESTAURO DEL CAPOLAVORO DI GUARINI

CAPPELLA DELLA SINDONE. LE FASI FINALI DEL RESTAURO DEL CAPOLAVORO DI GUARINI

L’impegnativo lavoro di restauro volge, pur nella complessità e nella delicatezza dei numerosi interventi necessari, alla fase conclusiva dei lavori che riguarda il rifacimento dei tetti, degli infissi, degli impianti di illuminazione e infine lo smontaggio della struttura di sostegno e dei ponteggi.  

Grande interesse per la storia e l’archeologia dei Brettii

Grande interesse per la storia e l’archeologia dei Brettii

Una sala conferenza del Museo della Sibaritide gremita come nelle grandi occasioni, per ascoltare le relazioni dei qualificati studiosi che hanno preso parte all’incontro culturale organizzato dalla SIPBC-Onlus CALABRIA in collaborazione con la Direzione del Museo e il patrocinio della Deputazione Regionale di Storia Patria.

 

FRANCESCHINI INAUGURA GLI STATI GENERALI DELLA FOTOGRAFIA

FRANCESCHINI INAUGURA GLI STATI GENERALI DELLA FOTOGRAFIA

Con l’obiettivo di definire un piano di sviluppo volto ad adattare l’intervento pubblico alle mutazioni tecniche ed economiche del settore e a determinare nuove opportunità per la fotografia italiana a livello nazionale e internazionale, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo ha organizzato gli Stati Generali della Fotografia

Scoperti dei mosaici romani a Ucetia, in Francia

Scoperti dei mosaici romani a Ucetia, in Francia

A circa dieci chilometri da Avignone, nella città di Uzès (Francia), uno scavo ha portato alla luce degli eccezionali mosaici romani, risalenti all’epoca della conquista della Gallia da parte di Giulio Cesare.

«Prima del nostro lavoro, sapevamo che c’era una città romana chiamata Ucetia solo perché il suo nome era menzionato su una stele a Nimes. Probabilmente era una città secondaria, sotto l’autorità di Nimes», ha dichiarato Philippe Cayn, archeologo e responsabile delle operazioni.

In totale, gli archeologi hanno portato alla luce resti antichi dal I secolo a.C. al VII secolo d.C. e oltre, fino al Medioevo.

Archeologi spagnoli scoprono una tomba della XII dinastia egizia ad Assuan

Archeologi spagnoli scoprono una tomba della XII dinastia egizia ad Assuan

Gli archeologi hanno scoperto una tomba di 3.800 anni dov’era stato sepolto il fratello di uno dei più importanti governatori durante la XII dinastia dell’antico Egitto.

La tomba intatta è stata scoperta nella necropoli di Qubbet El-Hawa (Collina del vento) dalla Missione Archeologica spagnola ad Assuan, in Egitto.

La squadra dell’archeologo Alejandro Jimenez-Serrano (Università di Jaen) ha anche trovato una mummia ben conservata, ancora ricoperta con un cartonnage policromo, collane e una maschera.

Esplorazioni