La cartografia di Roma

La cartografia di Roma
Pianta di Roma - Pietro del Massaio - 1472

Le mappe antiche di Roma, rappresentano un patrimonio unico in termini di conoscenza e studio della città.
Esse infatti, ci permettono di capire come l'Urbe si sia nel corso dei secoli modificata, adattandosi alle esigenze dei vari periodi storici, e vivendo di riutilizzi e sovrapposizioni topografiche.

In effetti, c'è da dire che le più sostanziali modifiche topografiche della città, si sono avute nel corso degli ultimi secoli in cui, a differenza dei precedenti, la città ha ricominciato a crescere dopo il passaggio dei periodi bui del primo medioevo. In questi secoli infatti, la sua popolazione era diminuita drasticamente, e con essa anche il cuore pulsante della città, che divenne unicamente la zona del Campo Marzio.

Nel Medioevo e nel Rinascimento, le opere antiche vennero letteralmente saccheggiate e riutilizzate; nel primo caso destinate a diventare materiale da costruzione (le antiche statue, ad esempio, vennero cotte e trasformate in calce), nel secondo caso invece, gli antichi marmi andarono a costituire parte dei palazzi rinascimentali, che ancora oggi è possibile ammirare nel cuore della città moderna.
Durante i secoli successivi, sotto la guida dei papi, Roma si arricchì di chiese, palazzi, giardini che si affiancavano ai resti del glorioso passato: ne sono testimonianza le numerose chiese barocche che oggi possiamo ammirare. In seguito, dopo l’unità d’Italia, lo spostamento a Roma della capitale del Regno diede l’avvio ad un grandioso processo di trasformazione urbanistica, con la costruzione di interi quartieri in stile umbertino, e con la realizzazione di ampie piazze e viali.

Il fascismo poi, e l'abusivismo edilizio negli anni '50-'70 dopo, la trasformarono infine nella città che oggi possiamo ammirare, bella comunque, ma sostanzialmente diversa dalla Roma che i Cesari avevano reso famosa in tutto il mondo.

Con l'ausilio delle mappe rese disponibili in questa sezione, è possibile ricostruire indirettamente la travagliata storia della città di Roma, le sue modifiche topografiche, la sua espansione, soprattutto cercando di dare un valido strumento documentativo, che possa essere una valida base dati sia per elaborare studi o relazioni, oppure come semplice strumento di soddisfazione per la propria curiosità culturale.

Esplorazioni