Fontana di palazzo Venezia

Fontana di palazzo Venezia
Fontana di Palazzo Venezia

La fontana fu realizzata dallo scultore Carlo Monaldi. L'opera fu commissionata dall'ambasciatore veneziano Barbon Morosini, durante il periodo del suo mandato presso l'ambasciata di Venezia che aveva sede nello omonimo palazzo. Durante il restauro del palazzo, avvenuto intorno al 1930, lo scultore Giovanni Prini risistemò la fontana e aggiunse le sculture lungo i suoi bordi.
La fontana si trova nel centro del giardino del palazzo ed è circondata da una folta vegetazione. È formata da un ampio bacino, circondato da sedili. Un gruppo di sculture, al centro, raffigura lo "Sposalizio di Venezia con il Mare". 
La personificazione di Venezia, che si riconosce per il caratteristico copricapo usato dai dogi e per il leone di San Marco ai suoi piedi, è posta su due conchiglie aperte sostenute da tritoni. Sta per gettare un anello nello specchio d'acqua. Il suo gesto ripropone la cerimonia che ogni anno ancora oggi si svolge a Venezia il 15 agosto.

Esplorazioni