Cloaca Maxima

Cloaca Maxima
Un tratto della Cloaca nel Foro

La cloaca Maxima rappresenta un Unicum nel patrimonio archeologico a livello mondiale.
E' infatti l'unica opera idraulica del mondo antico ancora oggi in buono stato conservativo e perfettamente funzionante. Questa particolarità è ancora più interessante soprattutto se si pensa che la maggior parte del suo tracciato principale, compresi i diverticoli che formano le sue adduzioni laterali sono pressocchè sconosciuti e, a meno di informazioni sommarie relative perlopiù al suo andamento generale, in bibliografia non esistono informazioni di dettaglio che la illustrano nella sua morfologia e nel suo funzionamento.

In quest'ottica l'attività di studio e ricerca non può prescindere da una sua mappatura generale, che tenga presente di tutte le variazioni sia murarie che planometriche. La Cloaca è infatti una struttura estremamente eterogenea, infatti ha subito nella sua vita funzionale, numerosissime modifiche e deviazione, in virtù di come venivano costruiti, realizzati e demoliti gli edifici di superfice presenti nella falle del Foro.

In queste poche righe quindi, la nostra speranza è quella di aver sensibilizzato il lettore all'importanza di questo progetto. Saper leggere il DNA di questo monumento infatti, le sue modifiche e le sue variazioni strutturali, rappresenta saper leggere la cronostoria delle modifiche avvenute nella valle dei Foro. E siccome questo monumento è sempre stato presente, dagli albori della città, fino ai giorni nostri, è sicuramente il testimone più attendibile di cui ad oggi, possiamo disporre.

Esplorazioni